Il nuoto in Italia Stampa E-mail

LaNovella Calligaris tradizione del nuoto italiano moderno ebbe inizio nel 1891, dopo che Achille Santoni aveva fondato una Giovanni Franceschi società a Roma.

Dopo qualche anno, nel lago di Bracciano, si disputò la prima manifestazione a livello nazionale, ma i campionati italiani ufficiali esordirono nel 1919; per le donne bisognerà aspettare fino al ‘21.
Alle Olimpiadi di Parigi del 1900 parteciparono, per la prima volta, i nuotatori azzurri. Fra i campioni azzurri ricordiamo Novella Calligaris, che vinse 1 argento e 2 bronzi alle Olimpiadi Monaco del 1972, ottenendo un primato mondiale (800 metri stile libero).

Negli anni Ottanta fu Giovanni Franceschi a rappresentare l’Italia del nuoto, con la vittoria di 2 medaglie d’oro, nei 200 e 400 misti ai campionati europei di Roma (1983).

 

Stefano Battistelli Sempre nei misti sono arrivate le medaglie olimpiche di Stefano Battistelli nel 1988 a Seul (il primo podio olimpico maschile), e di Luca Sacchi nel 1992 a Barcellona.
Luca Sacchi

Giorgio Lamberti

Giorgio Lamberti invece, campione d’Europa e del mondo, nonché primatista mondiale nei 200 metri stile libero, non è riuscito a conquistare alcun successo olimpico.

Fra le donne, negli anni Ottanta e Novanta, spiccano i successi di Manuela Dalla Valle.
 Manuela Dalla Valle.

Domenico Fioravanti

Alle Olimpiadi di Sydney del 2000 arrivano finalmente i primi titoli olimpici conquistati da atleti azzurri, grazie a Domenico Fioravanti nei 100 e 200 rana e a Massimiliano Rosolino nei 200 misti.  Massimiliano Rosolino